Novita’

Le Coincidenze Dell’estate

Che sia chiaro: la protagonista di questa storia non è la solita principessa delle fiabe. Non è né magra né alta, e neppure bella da far girare la testa. E poi con la gente è spesso intrattabile, dura e spigolosa, proprio come il suo nome, Rebecca. Per lei non ci sono castelli incantati, fatine o scarpette di cristallo, ma un monolocale umido in un condominio chiassoso, e lunghe serate passate in solitudine a guardare serie tv, con in grembo un gatto birmano e nella testa una valchiria-grillo parlante che la sprona a non darsi mai per vinta. Le cose cambiano, però, il giorno in cui Rebecca inizia a lavorare come portinaia in un bel palazzo nel centro di Milano. Qui, nonostante la sua avversione per i rapporti umani, la sua vita si intreccia con quella di alcuni condomini: un settantenne stravagante, ostinatamente aggrappato al ricordo della moglie, una giovane donna devota a un marito che la tradisce neanche tanto di nascosto e una ragazza stregata da un uomo freddo e calcolatore. Tutte fiabe d’amore, e tutte imperfette, come imperfetta è la vita di Rebecca, che ha smesso di credere al “vissero per sempre felici e contenti” nell’istante in cui il suo principe azzurro, anziché salvarla e poi giurarle amore eterno, l’ha mollata senza troppe spiegazioni a un binario della stazione. Ma chissà che Rebecca non scopra, anche grazie ai suoi nuovi amici, che proprio nell’imperfezione si nasconde il segreto per trovare qualche momento di vera felicità…
Deborah Simeone voleva parlare di storie dove non sempre finiva bene e dove il primo uomo non è mai l’ultimo. Distorted fables, titolo del suo ultimo romanzo, è anche il nome della sua pagina Facebook che conta quasi centomila fan. Il suo mondo di fiabe distorte viene qui raccontato attraverso la storia di Rebecca, una ventenne che ha deciso di smetterla con gli uomini e di pensare per un po’ solo a se stessa e al suo strano mestiere di portinaia in un palazzo benestante di Milano. Ma proprio il contatto con la gente che la circonda, con la bizzarra popolazione che abita il quartiere la costringerà a guardare la realtà con occhi diversi e a capire che l’amore non ha mai solo una faccia. Deborah Simeone non ama le eroine fatte di soli buoni sentimenti, ma parla di donne forti, non perfette, di storie dove l’uomo che ami ti sbatte la porta in faccia. Proprio per questo decide di dare alla protagonista del suo Distorted Fables la possibilità di rinascere e di affacciarsi ad un nuovo amore. La Simeone ha infatti creato la sua celebre pagina Facebook dopo essere stata lasciata da un uomo che non ha avuto nemmeno il coraggio di dirglielo, ma è semplicemente sparito nel nulla. Per questo racconta una realtà in cui non esistono fiabe o principi azzurri, ma solo persone che forse possono riconquistare la possibilità di amarsi.